Psicologa Psicoterapeuta - Iscrizione Ordine degli Psicologi della Toscana n° 5397

Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Consulenze sessuologiche

Consulenze sessuologiche

La consulenza sessuologica può riguardare temi legati allo sviluppo sessuale dell’età evolutiva, ai rapporti interpersonali in genere, ai problemi della sessualità procreativa o di quella degli anziani, ai problemi di identità sessuale, ai problemi legati all'orientamento sessuale, alla gravidanza, alla sessualità e disabilità, ai metodi contraccettivi, alle malattie sessualmente trasmesse, ecc..

 

La sessuologia è una disciplina che riunisce in sé  diverse scienze come la biologia, l’etologia, la medicina, la psicologia, la pedagogia, la sociologia, l’antropologia, ecc.. L'oggetto dei suoi studi, la sessualità, è un argomento di competenza multidisciplinare aperto al contributo che ciascuno può portare sulla base della propria preparazione specifica.

 

Le problematiche della sfera sessuale sottendono sempre, quando siano di origine psicogena e in assenza di correlati organici, aspetti disfunzionali sia di origine individuale e/o della vita di relazione e/o della vita affettiva di coppia. Aspetti che sono assolutamente di competenza della psicologia clinica e della psicoterapia.

 

La consulenza sessuologica si pone come intervento breve, generalmente di poche sedute, ed ha l’obiettivo di chiarire al richiedente elementi che possano fargli vivere meglio la propria sessualità.

 

Consulenza psicologica/psicoterapeutica

Consulenza psicologica/psicoterapeutica
Ansia
Attacchi di panico,
Stress
Depressione
Disturbi psicosomatici
Insonnia
Uso e/o abuso di sostanze
Disturbo alimentari
Disturbi della sfera sessuale
Disagio emotivo
Difficoltà di coppia
Difficoltà nei luoghi di lavoro
Disturbi dell'identità di genere, ecc.

"Solo l'individuo può sviluppare le sue capacità potenziali. Ma, al pari di qualsiasi altro organismo vivente, l'individuo-uomo necessita di condizioni favorevoli per crescere da 'ghiada a quercia'; abbisogna di un'atmosfera di tenerezza che gli offra, oltre a un senso di sicurezza interiore anche la libertà interiore di avere sentimenti e pensieri propri e di esprimerli. Abbisogna della buona volontà altrui, non solo per essere sorretto nelle sue molteplici necessità, ma anche per essere guidato e incoraggiato a trasformarsi in individuo maturo e completo. Gli occorre, inoltre, un certo e salutare attrito con i desideri e le volontà altrui; se gli sarà concesso di crescere assieme agli altri, in accordo e in disaccordo, potrà altresì svilupparsi in armonia col proprio autentico Io. Ma, a seguito di tutta una serie di influenze ostili, può darsi che un bimbo non possa svilupparsi secondo le sue esigenze e le sue possibilità individuali.  

[...] Non si tratta mai di un solo fattore, ma è sempre l'intera costellazione di queste manifestazioni a esercitare una sfavorevole influenza sullo sviluppo del fanciullo."

 (Karen Horney, 1953)

Psicoterapia di gruppo (max 5 persone)

Psicoterapia di gruppo (max 5 persone)

Il gruppo può diventare ed essere un "ambiente consono ad una crescita". I partecipanti hanno la possibilità di vivere e sentirsi nel "qui ed ora" esprimendo se stessi con il sostegno del terapeuta.

Con il termine gruppoanalisi, adottato nella denominazione della S.P.I.G.A. (Società di Psicoanalisi Interpersonale e GruppoAnalisi), si fa riferimento alla terminologia nord-americana che intende la psicoanalisi di gruppo nelle sue molteplici declinazioni teorico-cliniche. Viene molto valorizzato l'aspetto terapeutico dell'apprendimento interpersonale, che può essere visto come previo all'interiorizzazione vera e propria dell'intuizione trasformatrice (Garofalo, 2001). Tale aspetto costituisce per la psicoanalisi di gruppo horneyana un fattore centrale. Il pensiero della Horney sulla condizione umana come primariamente un "essere con" gli altri in senso ontologico, trova nel gruppo analitico il luogo (reale) nel quale è possibile osservare ed auto-osservare le dinamiche consce ed inconsce che sono presenti in ciascun individuo in relazione agli altri e a se stesso. L'apprendimento interpersonale nel suo senso più ampio non rende solo "visibili" quelli che secondo la Horney, ripresa da Yalom, sono gli stili interpersonali di ciascuno nelle relazioni con gli altri (vissuto di sé), ma permette la emergenza del Sé (concetto base della psicoanalisi horneyana; Horney, 1950) nell'accezione di struttura interiore che contiene il vero Sé e le immagini soggettive del Sé costruite sull'inautenticità (falso Sé).

A livello interpersonale nel gruppo, quindi, con l'aiuto del terapeuta, ogni membro comincia ad essere se stesso, ad interagire con i compagni di gruppo come interagisce con gli altri della sua sfera sociale, a creare nel gruppo lo stesso universo interpersonale nel quale ha sempre vissuto. In altre parole, i pazienti cominciano a manifestare nel gruppo le proprie modalità di relazioni con gli altri rigide e disturbate. A livello intrapsichico le immagini del Sé di ciascun paziente, talvolta adeguate e talvolta distorte, rimbalzano tra i partecipanti in un via vai circolare etero ed autoconoscitivo (mirroring). Tale dinamica, favorita dall'atteggiamento del terapeuta, assume una funzione promotrice di insight e di integrazione delle diverse componenti del Sé più o meno inconsce. Tale processo di "conoscenza" delle dinamiche interpersonali ed intrapsichiche deve trovare nel terapeuta un intermediario che attraverso la sua comprensione facilita le dinamiche gruppali ed elimina gli ostacoli che impediscono il processo autonomo di autorealizzazione dell'individuo (V. A. Morrone, 1995).

Psicoterapia individuale

Psicoterapia individuale

L'essere umano è dotato di capacità di sviluppo autonomo in stretta interdipendenza col proprio ambiente e tale processo di crescita si dispiega per l'intero corso di vita.

La psicoterapia può accompagnare questo percorso di evoluzione personale in maniera efficace.

Gli interventi psicologici che propongo nascono dall'esigenza di mettere a disposizione delle persone la tradizione e l'esperienza della psicoanalisi. Le situazioni di difficoltà psicologica possono verificarsi in qualsiasi fase della vita (infanzia, adolescenza, età adulta e terza età) ed in qualunque ambito (personale, lavorativo, sociale, culturale).

In seguito a conflitti interiori l'individuo può non riuscire più a sentirsi bene. Questi conflitti si manifestano in molteplici forme. Al giorno d'oggi, quelle di cui si sente parlare maggiormente sono:

  • Ansia e attacchi di panico
  • Depressione
  • Disturbi psicosomatici
  • Insonnia
  • Uso e abuso di sostanze
  • Disturbi alimentari
  • Difficoltà relazionali
  • Disagio emotivo
  • Difficoltà nelle relazioni di coppia
  • Difficoltà nell'ambiente di lavoro 

La relazione terapeutica permette l'avvio di un processo per la comprensione di sé ed è il mezzo per liberare le energie dello sviluppo spontaneo.

 

"La psicoanalisi può liberare un essere umano che ha le mani e i piedi legati, ma non può dargli nuove braccia e nuove gambe. La psicoanalisi, comunque, ha dimostrato che la maggior parte di ciò che veniva considerato come un fatto costituzionale non è altro che un blocco della crescita, un blocco che può essere rimosso."

(K.Horney, 1917)

Sostegno alle problematiche adottive

Sostegno alle problematiche adottive

L'adozione è un grande cambiamento sia per la coppia genitoriale, sia per i figli adottivi che sempre più spesso arrivano da paesi lontani con una cultura diversa dalla nostra.

L'intervento psicologico che propongo è utile a superare le difficoltà che i bambini ed i ragazzi adottati si possono trovare a vivere ogni giorno. Le principali problematiche riguardano:

  • Difficoltà di apprendimento
  • Difficoltà di integrazione con il gruppo dei pari
  • Disagio emotivo
  • Senso di solitudine
  • Abuso social network 

Anche la coppia adottiva può beneficiare del sostegno psicologico per superare le difficoltà di comprensione e di adattamento socio-culturale.

Questi sono interventi di consulenza e di sostegno psicologico, pertanto la fattura emessa è da considerarsi una prestazione sanitaria e può essere portata in detrazione nella dichiarazione dei redditi.